Come tradurre "bleeding edge" in italiano??

Aiutaci a localizzare la nostra Arch Wiki
Rispondi
Avatar utente
Berseker
Amministratore
Messaggi: 4432
Iscritto il: 27 settembre 2007, 10:18
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Lecco (provincia)

Messaggio da Berseker » 25 luglio 2008, 17:13

ecco una domanda un po' strana.. come da titolo, suggeritemi una traduzione decente!!
io avevo pensato a "sulla cresta dell'onda", però mah non mi suona molto bene!!
la traduzione letterale io la lascerei perdere..!

a voi la parola comunque!
Leggete il Regolamento e cercate sempre su googleforumwiki prima di chiedere.
Tag x thread risolti: [Risolto] + Spazio messo all'inizio del titolo. Grazie

ArchWiki / Board Internazionale / Blog

aleph
Robin Hood
Messaggi: 1530
Iscritto il: 12 febbraio 2008, 16:30
Contatta:

Messaggio da aleph » 25 luglio 2008, 17:54

Berseker ha scritto:ecco una domanda un po' strana.. come da titolo, suggeritemi una traduzione decente!!
io avevo pensato a "sulla cresta dell'onda", però mah non mi suona molto bene!!
la traduzione letterale io la lascerei perdere..!

a voi la parola comunque!
sulla cresta dell'onda mi sembra buono . . forse "di punta" è più fedele all'originale . . oppure "all'avanguardia" (anche se suona un pò vecchio :D ) in certi contesti anche "altamente sperimentale" può andar bene (per evidenziare l'affidabilità non verificata . .) mal che vada puoi lasciare l'originale, non è così incomprensibile . .
Ultima modifica di aleph il 25 luglio 2008, 17:56, modificato 1 volta in totale.
ImmagineOutside of a dog, computers are a man's best friend, inside a dog it's too dark to type.

Demind
Little John
Messaggi: 816
Iscritto il: 6 settembre 2007, 19:37
Località: Massy

Messaggio da Demind » 25 luglio 2008, 18:08

In realtà è una sorta di gioco di parole.
Il termine esatto sarebbe cutting edge, per dire "all'avanguardia" intendo.
Bleeding edge come espressione può avere un carattere più sperimentale, nel senso che dà più problemi (quando ti tagli sanguini), ma al contempo essere assonante a leading edge, che ha un significato simile a cutting edge con sfumature più pionieristiche^^

Olè!
Linux User: #471778

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 18:19

puoi riportare il contesto? Sul forum di wordreference c'è una discussione a proposito, praticamente in alcuni casi è usato (scherzosamente) al posto di cutting edge, per indicare una tecnologia avanzata ma pericolosa se usata da chi non ha sufficiente esperienza.
Però servirebbe il contesto!

una traduzione possibile potrebbe essere: "arma a doppio taglio" (ma, ripeto, dipende dal contesto).
Ultima modifica di marco il 25 luglio 2008, 18:21, modificato 1 volta in totale.
Linux registered user # 443055

Avatar utente
Berseker
Amministratore
Messaggi: 4432
Iscritto il: 27 settembre 2007, 10:18
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Lecco (provincia)

Messaggio da Berseker » 25 luglio 2008, 18:31

"System upgrades are performed with one simple command, and keep your system on the bleeding edge"

ma è usato anche in altre frasi, sempre con lo stesso significato comunque.. solo che non mi riusciva di trovare un'espressione in italiano che rendesse l'idea!! alcune di quelle che avete detto comunque sono buone..

sarei curioso anche della traduzione di "rolling release"..! a "rilasci rotolanti"?? :D
Ultima modifica di Berseker il 25 luglio 2008, 18:34, modificato 1 volta in totale.
Leggete il Regolamento e cercate sempre su googleforumwiki prima di chiedere.
Tag x thread risolti: [Risolto] + Spazio messo all'inizio del titolo. Grazie

ArchWiki / Board Internazionale / Blog

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 18:39

rolling release non si traduce, se proprio lo vuoi tradurre sarebbe meglio "distribuzione ad aggiornamento continuo", lasciando l'originale tra parentesi.

Rolling in questi contesti ha il significato di continuo, come per esempio "formazione continua", "ciclo continuo", etc.
Ultima modifica di marco il 25 luglio 2008, 18:55, modificato 1 volta in totale.
Linux registered user # 443055

Avatar utente
Berseker
Amministratore
Messaggi: 4432
Iscritto il: 27 settembre 2007, 10:18
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Lecco (provincia)

Messaggio da Berseker » 25 luglio 2008, 19:03

mi servirebbe aiuto anche per questa frase... scusate se ne approfitto un po'!

"Arch also provides a ports-like package build system (the Arch Build System - ABS) to streamline and enhance source compilation processes. "
Leggete il Regolamento e cercate sempre su googleforumwiki prima di chiedere.
Tag x thread risolti: [Risolto] + Spazio messo all'inizio del titolo. Grazie

ArchWiki / Board Internazionale / Blog

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 19:07

Visto che si parla della guida ufficiale d'installazione, colgo l'occasione dell'argomento per fare un piccolo appunto.

Eviterei termini come "bootare", "greppare", etc., è un'abitudine prettamente americana quella di creare verbi, avverbi, aggettivi etc dal nome di un comando.

Vorrei inoltre far rilevare come "buttare" in italiano abbia un significato leggermente diverso; "buttare il sistema" è infatti un'operazione che si compie in casi estremi, quasi esclusivamente su sistemi a finestre (boot from window[s]).
Linux registered user # 443055

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 19:13

Berseker ha scritto:"Arch also provides a ports-like package build system (the Arch Build System - ABS) to streamline and enhance source compilation processes. "
Così su due piedi direi:
Arch fornisce inoltre un sistema per la realizzazione dei pacchetti ( ... ) per ottimizzare e migliorare i processi di compilazione dei sorgenti.
(ports-like non ne ho idea).
Linux registered user # 443055

Avatar utente
Berseker
Amministratore
Messaggi: 4432
Iscritto il: 27 settembre 2007, 10:18
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Lecco (provincia)

Messaggio da Berseker » 25 luglio 2008, 19:24

marco ha scritto:
Berseker ha scritto:"Arch also provides a ports-like package build system (the Arch Build System - ABS) to streamline and enhance source compilation processes. "
Così su due piedi direi:
Arch fornisce inoltre un sistema per la realizzazione dei pacchetti ( ... ) per ottimizzare e migliorare i processi di compilazione dei sorgenti.
(ports-like non ne ho idea).
eh infatti è soprattutto per quel "ports-like" che ho chiesto.. si riferisce per caso a Portage? stavo per tradurre con quello ma poi ho letto bene e mi è venuto il dubbio..

cmq ho corretto i vari "greppare" e "bootare"..!
Leggete il Regolamento e cercate sempre su googleforumwiki prima di chiedere.
Tag x thread risolti: [Risolto] + Spazio messo all'inizio del titolo. Grazie

ArchWiki / Board Internazionale / Blog

Avatar utente
ugaciaka
Little John
Messaggi: 1345
Iscritto il: 6 luglio 2008, 9:06
Località: Belluno
Contatta:

Messaggio da ugaciaka » 25 luglio 2008, 21:31

ports deriva dai sistemi BSD, quindi ports-like=>un sistema di ports (poi se uno vuole va a vedersi cosa sono i ports...)
Arch fornisce inoltre un sistema di ports per la realizzazione dei pacchetti ( ... ) per ottimizzare e migliorare i processi di compilazione dei sorgenti.
no?
Ultima modifica di ugaciaka il 25 luglio 2008, 21:33, modificato 1 volta in totale.
non ho mai comprato su ebay, i macbook non mi piacciono, non ho bisogno di facebook né myspace né secondlife
non sono un nerd né lamer né troll né geek né cracker né hacker

aleph
Robin Hood
Messaggi: 1530
Iscritto il: 12 febbraio 2008, 16:30
Contatta:

Messaggio da aleph » 25 luglio 2008, 22:42

ugaciaka ha scritto:ports deriva dai sistemi BSD, quindi ports-like=>un sistema di ports (poi se uno vuole va a vedersi cosa sono i ports...)
Arch fornisce inoltre un sistema di ports per la realizzazione dei pacchetti ( ... ) per ottimizzare e migliorare i processi di compilazione dei sorgenti.
no?
però non è un sistem ports, ma ports-like . . io vedrei meglio "... fornisce un sistema tipo ports per ..." oppure "... fornisce un sistema alla ports per ..." o più esteso "... fornisce un sistema simile/ispirato a ports per ..."

per il Bleeding . in effetti è intraducibile nella sua interezza . . io lascerei l'originale a questo punto (tanto non si trova in indicazioni tecniche :D ) se no frasi come questa "...and keep your system on the bleeding edge" potrebbero diventare cose del tipo "...e tiene il tuo sistema fin troppo aggiornato/all'avanguardia"
Ultima modifica di aleph il 25 luglio 2008, 22:44, modificato 1 volta in totale.
ImmagineOutside of a dog, computers are a man's best friend, inside a dog it's too dark to type.

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 22:47

allora meglio: un sistema, derivato dai port BSD, per la realizzazione ...
oppure: basato sui port BSD; ... sul modello dei port BSD

(comunque port senza la s del plurale)
Linux registered user # 443055

Avatar utente
Berseker
Amministratore
Messaggi: 4432
Iscritto il: 27 settembre 2007, 10:18
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Lecco (provincia)

Messaggio da Berseker » 25 luglio 2008, 22:52

siori e siore.. ecco a voi la traduzione scelta!
Inoltre, Arch fornisce un sistema di compilazione dei pacchetti basato sul modello dei port BSD (il cosiddetto Arch Build System - ABS) per snellire e migliorare il processo di compilazione da sorgenti
Leggete il Regolamento e cercate sempre su googleforumwiki prima di chiedere.
Tag x thread risolti: [Risolto] + Spazio messo all'inizio del titolo. Grazie

ArchWiki / Board Internazionale / Blog

aleph
Robin Hood
Messaggi: 1530
Iscritto il: 12 febbraio 2008, 16:30
Contatta:

Messaggio da aleph » 25 luglio 2008, 23:43

Berseker ha scritto:siori e siore.. ecco a voi la traduzione scelta!
Inoltre, Arch fornisce un sistema di compilazione dei pacchetti basato sul modello dei port BSD (il cosiddetto Arch Build System - ABS) per snellire e migliorare il processo di compilazione da sorgenti
ottimo! (non sapevo come ci si riferiva a ports :P:P )
ImmagineOutside of a dog, computers are a man's best friend, inside a dog it's too dark to type.

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 25 luglio 2008, 23:56

Berseker ha scritto:siori e siore.. ecco a voi la traduzione scelta!
A proposto, dove sono le ... siore?
Ultima modifica di marco il 26 luglio 2008, 1:02, modificato 1 volta in totale.
Linux registered user # 443055

Avatar utente
ugaciaka
Little John
Messaggi: 1345
Iscritto il: 6 luglio 2008, 9:06
Località: Belluno
Contatta:

Messaggio da ugaciaka » 27 luglio 2008, 14:20

ahahahah era già praticamente già scritto in wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Arch_Linux

Codice: Seleziona tutto

In più, Arch Linux è dotata di un sistema di ports sullo stile BSD, chiamato ABS (Arch Linux Build System).
:lol:
non ho mai comprato su ebay, i macbook non mi piacciono, non ho bisogno di facebook né myspace né secondlife
non sono un nerd né lamer né troll né geek né cracker né hacker

marco
Little John
Messaggi: 966
Iscritto il: 3 settembre 2007, 13:54
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Cagliari

Messaggio da marco » 27 luglio 2008, 15:09

Non sono molto esperto, però mi è sembrato di capire che "port" non sia un nome comune, ma un nome proprio dato da BSD, per cui, a meno che Arch non abbia deciso di chiamare con lo stesso nome i pacchetti autocompilati, mi sembra più corretto dire che è un sistema (che ha un nome suo proprio) che si rifà al sistema dei port BSD, piuttosto che dire che è un sistema di ports.

Ma può darsi che mi sbagli, magari ho capito male e "ports" è un nome generico per indicare qualsiasi sitema di compilazione simile.
Ultima modifica di marco il 27 luglio 2008, 15:09, modificato 1 volta in totale.
Linux registered user # 443055

weseven
Little John
Messaggi: 812
Iscritto il: 26 agosto 2007, 16:04
Località: Mirano (VE)
Contatta:

Messaggio da weseven » 27 luglio 2008, 15:24

AFAIK, "Ports" è un nome dato da FreeBSD a questo tipo di sistema. penso di norma si usa ports per indicare questi sistemi perchè il nome, in inglese, è piuttosto descrittivo, e perchè credo che storicamente siano stati i primi o i più famosi, se non altro.
ABS, ebuilds e via dicendo vengono dopo e sfruttano la stessa idea.

edit: -> http://www.freebsd.org/ports/
flickr - proud Archer , nonchè miracolato.
Ballmer's Peak user.

kimotori
Newbie
Messaggi: 16
Iscritto il: 7 luglio 2008, 11:40

Messaggio da kimotori » 15 ottobre 2008, 3:52

Salve, per rispondere alla domanda iniziale "bleeding edge", io, sapevo fosse la storpiatura di un modo di dire americano di qualcosa di fresco.. <<al sangue>> per l' appunto :)
Bha! avvenente al sangue aggiornata fresca... vanno bene tutte :)

Avatar utente
Bl@ster
Little John
Messaggi: 1452
Iscritto il: 25 maggio 2008, 15:24
Località: Palestrina (RM)
Contatta:

Messaggio da Bl@ster » 16 ottobre 2008, 21:15

dire "correntemente aggiornata" riassume un po' sia il rolling che il bleeding. Vedi se va bene :)
Faber est suae quisque fortunae.

Rispondi