problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Problemi e suggerimenti legati all'installazione di Arch Linux
Rispondi
Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 19 ottobre 2019, 0:44

Ciao a tutti.
Non capisco dove stia sbagliando nell'installazione
Volevo crearmi un dual boot con Debian 10 e ho preso memoria dallo home.
Ho montato le directory esistenti nell'hdd per efi, home, swap perché separata da root, solo che non posso installare correttamente la grub e dipendenze di grub-efi: mi dà errore.
Adesso quando accendo il notebook con Debian, ho il caricamento lento perchè è in ricerca di moduli della partizione che ho creato e i dati si basano su quella di root debian sda2.
Questo è il mio hdd per Debian e avevo preso memoria dall'sda4 per crearci ARch linux: adesso ho cancellato la partizione e riunito, ma all'avvio risultano dipendenze che dopo aggiungerò in un altro domanda.

Codice: Seleziona tutto

Device        Start       End   Sectors   Size Type
/dev/sda1      2048   1050623   1048576   512M EFI System
/dev/sda2   1050624  59643903  58593280    28G Linux filesystem
/dev/sda3  59643904  67805183   8161280   3,9G Linux swap
/dev/sda4  67805184 625142414 557337231 265,8G Linux filesystem
Chiedo: siccome lo swap e efi è nel medesimo hdd, ho montato su arch la stessa unità che usa Debian per swap e efi, siccome userò i sistemi uno per volta: ho sbagliato ?
Vorrei condividere il mio manuale che ho creato, ma non saprei come condividerlo: riguardando l'attuale procedura di installazione sul sito in inglese, non è diverso.
Per non fare confusione, ho copiato la mia guida creata e incollata come domanda successiva: la troverete subito dopo la domanda.
Nel frattempo, vi chiedo perché la grub non sia stata installata: i comando erano quelli riportati.

Codice: Seleziona tutto

#pacman -S grub
#pacman -S efibootmgr
grub-install --target=x86_64-efi --efi-directory=$esp --bootloader-id=arch_grub --recheck -debug; oppure grub-install --efi-directory=/boot
Questi sono i comandi che ho impartito per l'installazione della grub.
Un altro particolare che non riuscivo, era il servizio "nano" e "vi" per compilare le directory: non esistevano ed era impossibile usarli.
Grazie.
Ultima modifica di Marco Galassi il 19 ottobre 2019, 1:47, modificato 1 volta in totale.

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 19 ottobre 2019, 1:45

INSTALLAZIONE ARCHLINUX

Codice: Seleziona tutto

Tastiera italiana:
# loadkeys it
# fdisk disk-device

Strumenti da console:
Per creare un file system è sufficiente utilizzare mkfs, che altro non è che un front-end unificato per i differenti tool mkfs.fstype.
Esempio: 
# mkfs -t ext4 /dev/partizione
Per creare un file di swap, utilizzare il comando mkswap: 
# mkswap /dev/partitizione

Montare le partizioni separate:
Montare la partizione di root su /mnt. 
Dopodichè si dovrebbero anche creare le directory per montare le altre partizioni (/mnt/boot, /mnt/home, ..) e attivare la partizione di "swap se si desidera che siano rilevate da "genfstab". 
Sempre consigliato separare ogni singola directory da root in caso di ripristino di sistema.
Nell’esempio, si svolge una installazione semplice:in caso di sistemi Uefi, si crea un partizione adibita e collocata “mnt/boot”

Creazione /mnt
# mount /dev/sdaX/mnt

Creare partizione boot e collocare mnt
# mkdir /mnt/boot
# mount /dev/sdaX /mnt/boot

Partizione Home
# mkdir /mnt/home
# mount /dev/sdaX /mnt/home

Partizione Swap
# mkswap /dev/sdaX
# swapon /dev/sdaX

Creare partizione Efi e montarla:
#mkfs.fat -F32 /dev/sdax
#mount /dev/sdax /mnt/boot

Connessione alla rete
Un servizio di DHCP è già abilitato per tutti i dispositivi disponibili. 
Se è necessario impostare un indirizzo IP statico o utilizzare strumenti di gestione, come Netctl, si dovrebbe fermare in primo luogo di questo primo servizio: systemctl stop dhcpcd.service. 

Wireless
Eseguire wifi-menu per impostare una connessione senza fili, per maggiori dettagli si leggano le pagine Configurazione Wireless e Netctl a riga di comando:
Verificare la scheda di rete: # iw dev
Verificare il collegamento di rete e attendere il collegamento wi-file: # iw dev wlan0 link 
Attivazione interfaccia  wi-file: # ip link set wlan0 up
Ricerca degli Access Points
Controllate quali access points sono disponibili:  # iw dev wlan0 scan | less			      
Comando alternativo:  # iwlist wlan0 scanning | less						                   
 Modalità di funzionamento (opzionale)								     
 # iw wlan0 set type ibss										            
Nota: Prima di cambiare la modalità di funzionamento potrebbe essere necessario disattivare la scheda prima di procedere: #ip link set wlan0 down.
Associazione
Nessuna crittazione: # iw dev wlan0 connect MyEssid					                          
WEP con una chiave esadecimale: # iw wlan0 connect your_essid key 0:your_key                                                   
Con una chiave ASCII, specificando la terza chiave come default (le chiavi sono contate a partire da 0):              
# iw wlan0 connect your_essid key d:2:your_key                                                                                    
WPA/WPA2: sarà necessario modificare il file /etc/wpa_supplicant.conf come descritto nella pagina WPA Supplicant. Quindi, eseguire il comando: # wpa_supplicant -i wlan0 -c /etc/wpa_supplicant.conf
Indipendentemente dal metodo , è possibile verificare associazione con: # iw dev wlan0 link 
Infine,associate la vostra interfaccia di rete ad un indirizzo IP:  # dhcpcd wlan0
Connessione wireless manuale al boot utilizzando systemd e dhcpcd                                                  
Questo esempio utilizza "systemd” per l'avvio, dhcpcd e “WPA Supplicant” per la connessione.                              
Si crei un servizio per systemd, ad esempio “/etc/systemd/system/network@.service”: 
Si abiliti il servizio e lo si avvii, passandogli il nome dell'interfaccia:                                                                         
# systemctl enable network@wlp0s26f7u3.service                                                                                                   
# systemctl start network@wlp0s26f7u3.service
Assicurarsi che wpa_supplicant sia installato e creare il file /etc/wpa_supplicant.conf. Si crei un servizio di systemd: /etc/systemd/system/network@.service
Configurazione automatica: Installare, fra i vari tools, “Network-Manager-Applet” e successivamente: # systemctl start NetworkManager # systemctl enable NetworkManager 				  
Disabilitare servizio “dhcpcd”: # systemctl disable dhcpcd                     		                    
				
INSTALLAZIONE SISTEMA                                               		 
Selezionare  mirror italiani: # nano /etc/pacman.d/mirrorlist 
Installazione sistema base:  # pacstrap /mnt base base-devel
Configurare il sistema
Generare un file fstab con il seguente comando:  # genfstab -U -p /mnt >> /mnt/etc/fstab

Effettuare un chroot :  # arch-chroot /mnt

Locale: 
- nano /etc/locale.gen					
- echo LANG=it IT.UTF-8 > /etc/locale.conf
      - export LANG=it_IT.UTF-8
      
Mappatura: 
# nano /etc/vconsole.conf
KEYMAP=IT

Scrivere il proprio hostname: # nano /etc/hostname o echo “nomepc” > /etc/hostname

Impostare orario: 
Creare un link simbolico di “/usr/share/zoneinfo/Zone/SubZone” in “/etc/localtime” 
Rimpiazzare Zone e Subzone (# ln -s /usr/share/zoneinfo/Europe/Rome /etc/localtime)

Impostare repository:
# nano etcpacman.conf e spuntura “#” in: “[multilib]” e “include=/etc/pacman.d/mirrolist”
Poi: pacman -Sy

Password di root: 
Impostare una password di root con “passwd”. 

Installare bootloader: 
sistemi Uefi: 
#pacman -S grub (c’è ne sono altri, ma grub è il migliore)
Aggiunta per sistemi Uefi: #pacman -S efibootmgr; #pacman -S dosftools
Sistema UEFI: # grub-install --target=x86_64-efi --efi-directory=$esp --bootloader-id=arch_grub --recheck –debug; oppure #grub-install –efi-directory=/boot
#grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg
Sistemi BIOS: 
#grub-install --rechech /dev/sda, oppure #grub-install /dev/sda
#grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

Nota: Ricordarsi di rigenerare il file di configurazione dopo qualsiasi cambiamento ad /etc/default/grub
Configurare nuovamente la rete: 
#ip link
#ip link set “numero scheda eth” 
Controllare il risultato con “ip addr show dev “numero periferica (eth0)”

Esecuzione manuale del Demone Client DHCP: 
#Dhcpcd (oppure dhcpcd “numero scheda”, o “numero interfaccia di rete”) 

Uscire: #exit

Smontare le partizioni create precedentemente con umont -R, ad esempio: 
#umont -R /mnt/boot
#umont -R /mnt
#umount -R /mnt/home

oppure se non vogliamo “montare” separatamente la home da root,  non eseguire “mount /dev/sdaX /mnt/home”:
# useradd -d /home/marco marco
#mkdir /home/marco
#chown marco:marco /home/marco
#passwd marco “xxxx”

Riavviare: #reboot

Aggiungere un utente: # useradd -m -G wheel -s /bin/bash “nome utente”

Aggiungere gruppo utenti: # useradd -m -g users -G wheel -s /bin/bash “nome utente”

Password utente: #passwd “nome utente”

Password utente gruppo: # gpasswd --add nome_utente gruppo

Creare la password utente, digitare: # passwd nomeutente

Per contrassegnare la password di un utente come scaduta, imponendo loro di crearne una nuova la prima volta che effettuano il log-in, digitare:                                                                                                        # chage -d 0 username
Gli account utente possono essere rimossi tramite il comando userdel.                                                  
 # userdel -r nomeutente
Gestione dei gruppi
Nel directory “/etc/group” sono definiti i gruppi presenti sul sistema
Per visualizzare l'appartenenza ai gruppi con il comando groups: # groups [user]

Se il parametro “user” è omesso, verranno mostrate i gruppi a cui appartiene l'utente corrente. 
Il comando “id” fornisce informazioni aggiuntive, come l'UID dell'utente ed i GID associati: 
# id [user]

Per elencare tutti i gruppi del sistema: # cat /etc/group
Per creare un nuovo gruppo usare il comando groupadd: # groupadd [group]

Aggiungere un utente ad un gruppo con il comando gpasswd: # gpasswd -a [user] [group]
Per eliminare un gruppo esistente: # groupdel [group]
Per rimuovere un utente da un gruppo: # gpasswd -d [user] [group]


Sistema systemd: Systemd è il sistema base e tutti i comandi per rilevare errori di sistema, unità sono riperibili dal wiki 

Analizzare lo stato del sistema 
#systemctl

Installare audio: 
Arch utilizza “alsamixer”, quindi installare anche pacchetti “alsa-utils” 
#pacman -S alsa-utils

Interfaccia utente: 
Installare ambiente Xorg-server e desktop environment
# pacman -Syu xorg-server xorg-server-utils xorg-xinit
I desktop compatibili sono reperibile dal wiki:
#pacman -S mate
#system enable xorg.service
ps: Xorg può essere configurato da “nano /etc/X11/xorg.conf” 

Installazione dei Driver video: 
identificazione: # lspci | grep "VGA"
Reperire dal wiki i pacchetti driver e installarli.
Installati i driver proprietari, “nano /etc/X11/xorg.conf.d/10-evdev.conf “, cambiare driver “nouveau” con “nvidia”.
Installazione driver generico (vesa): # pacman -Ss xf86-video; pacman -S xf86-video-vesa

Display manager lightdm
# pacman -S lightdm-gtk-greeter
# systemctl enable lightdm
# systemctl enable lightdm.service
# systemctl enable accounts-daemon

Verifica servizio sincronizzazione orario: 
Attivare il servizio di sincronizzazione: “timedatectl set-ntp true” 
Disabilitare servizio di sincronizzazione: " timedatectl set-ntp false"
La verifica del servizio: timedatectl status.
Il paragrafo da controllare è  "Network time on" se “yes” o “no”

AVVIARE AUTOMATICAMENTE RETE INTERNET 
installare “Network-Manager-Applet” e successivamente:
# systemctl start NetworkManager
# systemctl enable NetworkManager

Disabilitare servizio DHCPCD
#systemctl disable dhcpcd

MULTI-BOOT CON ALTRI SISTEMI
installare “OS-PROBER”, o eventualmente reinstallare il bootloder seguendo i passaggi precedenti:
# grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

ACCESSO AUTOMATICO UTENTE CON DISPLAY MANAGER GDM	
#nano /etc/gdm/custom.conf			#nano /etc/gdm/custom.conf
#Enable automatic login for user		[daemon]
[daemon]					TimeloginEnable=true
AutomaticLogin=username			Timelogin=username
AutomaticloginEnable=True			TimeloginDelay=1

IMPOSTARE LINGUE ITALIANA NELL’AMBIENTE DESKOPT
localectl set-locale LANG=”it-IT.UTF8”
locale-gen
Ho ritenuto più elegante usare il tag

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7778
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da TheSaint » 20 ottobre 2019, 2:32

Per installazioni, si può affidarsi al wiki, in inglese, ben documentato.

Se puoi fare con due installazioni con EFI, il metodo consono sarebbe di mettere i kernel nella stessa ESP, ed eventualmente anche il boot loader. Direi che per quel poco che deve fare un boot loader, systemd-boot basta e consuma poco.

Determinato che i kernel si caricano, allora il resto è una faccenda del boot loader passare il parametri ai kernel dove prendere il resto della installazione. In particolare quello che dice la /etc/fstab per montare le altre partizioni. Per vedere se il kernel parte dovresti rimuovere il quiet dalla riga del kernel, in modo che si vede quello che tenta di fare all'avvio.
Se vuoi condividere /home e/o swap tra le due installazioni linux, basta che lo specifichi nelle proprie /etc/fstab.

Allora nei tuoi esperimenti, cominci a determinare che il kernel di entrambe sono messi nella ESP.

Dopo se vuoi il grub (alquanto complicato) anche quello cade nella ESP e si incarica per primo quale dei kernel vuoi caricare e quali parametri deve passare. Per questo ad ogni voce del menu del grub dovrai mettere la partizione root della installazione da avviare

Nota, meglio se dai i nomi alle partizioni, che sono più semplici da ricordare che qui numeri casuali creati da una macchina.

Per ulteriori chiarimenti, sempre a disposizione. Magari prova a cercare nel forum altre discussioni, che si è parlato di (dual) boot, grub e simili, tanto per stare con la lingua italiana.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 23 ottobre 2019, 13:26

Sto seguendo la guida, ma non riesco
https://wiki.archlinux.org/index.php/Systemd-boot
Non avevo specificato che sto installando arch in macchina virtuale: forse è diversa l'installazione.
Ho provato anche ad installare grub con "metodo di installazione consigliato", ma non riesco a capire perchè ricevo errore dando il comando grub-install --target=x86_64-efi --efi-directory=$esp --bootloader-id=arch_grub --recheck --debuggrub-install error: failed to get canonical path of "". arch linux italia
La partizione uefi è installata e montata:

#mkfs.fat -F32 /dev/sdax
#mount /dev/sdax /mnt/boot

Chiedo se mi si facesse una guida didattica, affinchè riesca ad installare il bootloader.
Ho seguito molte videoguide, tra cui questa a tempo 7:27 : https://www.youtube.com/watch?v=L-IanMBPK5Irazie.

Quando installo gurb, mi dice: grub-install: error: failed to get canonical path of ''
Cosa significa questo errore ?

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7778
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da TheSaint » 24 ottobre 2019, 14:12

Anche con una macchina virtuale esiste la parte del BIOS. Posso confermare per VB e VMware.
Attento che la ESP deve essere marcata $EF00, che è boot,esp, vedendo GParted.
Per il systemd-boot devi preparare una certa struttura in boot.

Codice: Seleziona tutto

$ tree /boot
/boot
├── boot.scr
├── EFI
│   ├── BOOT
│   │   └── BOOTX64.EFI
│   └── systemd
│       └── systemd-bootx64.efi
├── emergency
│   ├── initramfs-linux-fallback.img
│   ├── initramfs-linux.img
│   └── vmlinuz-linux
├── initramfs-linux-fallback.img
├── initramfs-linux.img
├── intel-ucode.img
├── loader
│   ├── entries
│   │   ├── arch.conf
│   │   ├── Emergency.conf
│   │   └── ShellV2.conf
│   └── loader.conf
├── shellx64_v2.efi
├── syslinux
│   └── syslinux.cfg
└── vmlinuz-linux
Quello che concerne il systemd-boot sono systemd-bootx64.efi e la directory loader e sottodirectory entries.
Quella necessaria è la arch.conf

Codice: Seleziona tutto

$ cat /boot/loader/entries/arch.conf 
title Linux                          ## nome che  appare nel menu
linux vmlinuz-linux                  ## il kernel da caricare
initrd intel-ucode.img               ## initrd da caricare
initrd initramfs-linux.img           ## initrd da caricare
options root=LABEL=Linux64 rw quiet  ## opzione per la linea del kernel
il title è il nome che compare
poi c'è il nome del kernel
le initramfs da caricare
infine le opzione da passare al kernel.
Con questa postilla saresti già in grado di avviare.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 26 ottobre 2019, 9:54

Scusatemi tanto.
Continuo la mia domanda.
Questa mattina ho ritentato l'installazione e non ho avuto successo.
Pensavo fosse virtualbox, invece sono io che sbaglio veramente qualcosa, oppure arch non è compatibile col mio pc uefi, in qualche modo.
Stamattina ho diviso l'hdd e fatto partire l'installazione reale, ma ,all'installazione della grub, ho lo stesso errore.
perchè ?
Non riesco a capire.
Mi fermo sempre a "grub-install --target=x86_64-efi --efi-directory=$esp --bootloader-id=arch_grub --recheck –debug"; oppure "#grub-install –efi-directory=/boot"
Seguo il wiki, foglio che ho stampato del wiki e videoguide, ma non riesco.
Grazie per la pazienza.

brunorosso
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: 23 ottobre 2019, 17:55

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da brunorosso » 26 ottobre 2019, 16:57

ciao a tutti
forse il tuo problema è che non hai installato un kernel:
ho notato che ,da quanto hai scritto, come pacchetti essenziali hai installato base e base-devel, ma dalla installation guide in inglese viene indicato di installare : base linux linux-firmware
a differenza di tutte le guide presenti sul web.... probabilmente hanno tolto il kernel da "base" da poco.....

Me ne sono accorto anchio solo 3-4 tentativi di installazione andati a vuoto

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7778
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da TheSaint » 26 ottobre 2019, 17:19

Marco Galassi ha scritto:
26 ottobre 2019, 9:54
"grub-install --target=x86_64-efi --efi-directory=$esp --bootloader-id=arch_grub --recheck –debug"; oppure "#grub-install –efi-directory=/boot"
$esp non si crea da sola, devi dargli un significato a quel nome oppure usi il percorso che ti dice il sistema quando hai creato la partizione. Normalmente si usa fare la prima, che in pratica si traduce in /dev/sda1.
Adesso potresti aspettare un momento che ti si guida alla risoluzione. Per questo potresti avviare l'immagine di installazione e dare il comando

Codice: Seleziona tutto

# efibootmgr -v
Poi si potrà dare delle informazioni più fondate su come procedere.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

VenereNera
Little John
Messaggi: 875
Iscritto il: 20 dicembre 2012, 19:50

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da VenereNera » 26 ottobre 2019, 21:22

Non solo il kernel non fa più parte del gruppo 'base', ma anche altri pacchetti. Per i primi tempi bisognerà tener d' occhio questa discussione.

Bye^_^

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 27 ottobre 2019, 13:05

ciao "the saint"
Col comando "efibootmgr -v", mi dice "efi variables are not supported on this system

BrunoRosso: non ho risolto.
Non è cambiato nulla.

VenereNera: adesso ci guardo e tento.

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7778
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da TheSaint » 30 ottobre 2019, 6:58

Marco Galassi ha scritto:
27 ottobre 2019, 13:05
Col comando "efibootmgr -v", mi dice "efi variables are not supported on this system
Dovresti partire con l'immagine di installazione in modo EFI.
Se veramente non è fattibile dal tuo sistema, allora hai solo la possibilità di usare il metodo MBR.
Per quanto riguarda l'installazione di base, si deve far in modo che pacstrap possa trovare la ESP al suo posto in /boot, quindi va montata prima di usare pacstrap.

@VenereNera
Una notizia sconvolgente. Devo dire che non seguo molto le ultime notizie di Arch.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 165
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da Marco Galassi » 5 novembre 2019, 13:59

Scusate se rispondo adesso.
Ho ripreso l'installazione di Arch, ma non riesco.
Vi riporto i passaggi che svolgo, così non vi faccio confusione: ho risolto il problema dell'ESP, ma al riavvio del sistema, la grub non mi si presenta.
Nella sezione schematizzata, ho installato grub, ma a parte ho provato anche bootctl, ma all'avvio, o riavvio, il bootloader non si presenta.
In virtualbox ho puntato la sezione uefi.
La guida che posto è già schematizzata e uguale al wiki: https://www.tecmint.com/arch-linux-inst ... ion-guide/

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7778
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi ad installare arch: utilizzo un hp pavilion

Messaggio da TheSaint » 6 novembre 2019, 15:41

Uno che ti dice di usare ifconfig, non è certo la guida più aggiornata.
Se il BIOS non è recente (beh, almeno in abito di 6 anni) può essere che non supporta il metodo di avvio UEFI.
Accertiamo questa fase. Poi si parla del resto.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Rispondi