problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Nuovo di Arch Linux? Nessun problema, fai qui le tue domande
Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7711
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da TheSaint » 3 febbraio 2018, 9:53

I comandi in genere sono tutto minuscolo. Almeno la maggior parte di comandi anziani.
Poi non mi sembra difficile fare un copia incolla da riquadri quadri. Salvo che iniziano con il cancelletto #, che sarebbe da rimuovere.
Tenuto conto che qui i ## sono commenti. Allora te li ripeto:

Codice: Seleziona tutto

## creare un punto di mount
mkdir /tmp/chrootdir
mount /dev/<la_tua_installazione>/tmp/chrootdir     ## <la_tua_installazione> potrebbe essere sda3 per esempio
cd /tmp/chrootdir
mount -t proc proc proc/
mount --rbind /sys sys/
mount --rbind /dev dev/
## eventualmente
cp /etc/resolv.conf etc/resolv.conf      ## se non ti trova l' internet da dentro il chroot
## infine
chroot  ./ /bin/bash
Ma a scuola, ti facevano i compiti i genitori ? :D :D
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 152
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da Marco Galassi » 4 febbraio 2018, 12:59

Ciao.
Debbo capire i miei errori: nella guida da te postata non trovo la spiegazione del punto di mount nella directory "tmp/chrootdir".
Mi potresti indicare dove l'hai letto "tmp/chrootdir", o forse era sottinteso perchè io sono inesperto?

"

Codice: Seleziona tutto

## creare un punto di mount
mkdir /tmp/chrootdir
mount /dev/<la_tua_installazione>/tmp/chrootdir     ## <la_tua_installazione> potrebbe essere sda3 per esempio
cd /tmp/chrootdir"
Io non installato il chroot in shell bash; l'ho configurato così nell'installazione: arch-chroot /mnt"
Se avessi voluto configurare in bash, nell'installazione avrei dovuto impostare "arch-chroot /mnt /bin/bash"
C'è differenza tra le due configurazioni?
Quando digito l'ultimo passaggio scritto, il terminale mi dice giustamente "formato disponibile non valido"
"## infine
chroot ./ /bin/bash"

https://wiki.archlinux.org/index.php/Ch ... ing_chroot

Adesso vedo Arch e sono dentro al chrootdir creato, avviando il comando "pacman -Syu" da terminale Debian non è riconosciuto.

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7711
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da TheSaint » 4 febbraio 2018, 14:45

Marco Galassi ha scritto:
4 febbraio 2018, 12:59
Mi potresti indicare dove l'hai letto "tmp/chrootdir", o forse era sottinteso perchè io sono inesperto?
Per poter accedere l' installazione serve montarla.
Se il wiki dice /mnt una vale un' altra. Basta una cartella libera, presubimilmente vuota. Io l' ho dimostrato di crearne una in /tmp (che in genere sparisce al riavvio)
Marco Galassi ha scritto:
4 febbraio 2018, 12:59
Io non installato il chroot in shell bash; l'ho configurato così nell'installazione: arch-chroot /mnt"
Devi capire che Arch-chroot è uno scritto di bash, e lo puoi anche scaricare ed usare in debian. Se avessi avviato l' immagine di Arch, di certo lo trovi incluso.
Marco Galassi ha scritto:
4 febbraio 2018, 12:59
Se avessi voluto configurare in bash, nell'installazione avrei dovuto impostare "arch-chroot /mnt /bin/bash"
C'è differenza tra le due configurazioni?
C'è una sola condizione che non si può usare /bin/bash se usi due architetture diverse. Entrambe a 32bit o 64bit. Diversamente non capisco cosa intendi con detta frase.
Convengo di usare una distro con la grafica. Quindi anche la debian può andare, sebbene bisogna essere accorti che certi strumenti non sono specifici per entrambe le distro. Quindi pacman, arch-chroot e pacstrap non sono utilizzabili in debian, senonché espressamente installati. (Tanto sono semplici script per la shell, relativi ad un ambiente arch)
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7711
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da TheSaint » 4 febbraio 2018, 19:46

Dubito che sei riuscito ad entrare con chroot. A prova di questo posta

Codice: Seleziona tutto

# ls /var/lib/pacman
Una volta che hai ottenuto il chroot in una console.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 152
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da Marco Galassi » 4 febbraio 2018, 23:45

idea: ho ritrovato una iso di Arch cui il kernel in uso è il 4.13.9-1: mi sarebbe possibile installare solo quel kernel ?
Però chiedo se i pacchetti successivi siano poi compatibili con quel kernel

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7711
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da TheSaint » 5 febbraio 2018, 6:51

Fai una analisi. Se l' installazione è disastrata e non hai dati importanti ci metti poco a reinstallare. Mi auguro che la /home non è nella partizione di installazione.
Altrimenti da una qualsiasi distro a 64bit (suppongo ormai Arch sia distribuita solo con quella architettura) poi accedere alla installazione di Arch. Come sopra spiegato.

Una volta entrato, puoi aggiornare il sistema con pacman, correggere qualche eventuale errore. Devi solo fare attenzione che le partizioni della installazione non sono montate. Significa che se il sistema è in UEFI, la ESP deve essere montata in /boot, in modo che il kernel vada sistemato al posto giusto.
Oltre tutto, verifica che le condizioni di avvio siano coerenti
  • il boot loader sa dove si trova il kernel ed eventuale initramfs
  • la linea del kernel abbia i parametri corretti per trovare la partizione da avviare
  • /etc/fstab contiene la lista corretta delle partizioni da montare
Alla fine se riesci ad avviare, rimane la parte di poter avviare l' interfaccia grafica. Salvo non sia necessaria subito. Quanto meno hai già un sistema avviato e coi comandi da TTY puoi aggiustare i difetti.
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Marco Galassi
Arciere
Messaggi: 152
Iscritto il: 27 luglio 2017, 2:16
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: Fontanelice

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da Marco Galassi » 6 febbraio 2018, 0:18

Ciao.
Questo sera ho fatto un piccolo passo avanti: ho preso il cd di installazione e ho avviato il processo "arch-chroot" da live.
Ho rimosso l'ultimo kernel linux di Arch e ho installato quello lts.
Adesso il sistema parte col kernel lts, ma tutto lampeggia ugualmente.
I moduli della mia scheda nvidia forse non sono più compatibili come anche tu m'hai fatto notare: io debbo utilizzare i driver legacy 304 e mi pare che non sono più disponibili; puoi confermarlo ?
Ho sbagliato un passaggio e chiedo se ti sarebbe possibile insegnarmi a risolvere: ho doppiato l'installazione di fstab" genfstab -U -p /mnt >> /mnt/etc/fstab". All'avvio mi dice che "system-fstab-generation run/systemd/generation/-.mount" è doppiato.
Come ultima prova di formattare, vorrei eliminare questo doppione di fstab, poi sarò costretto a reinstallare o pensare che la mia nvidia non sia compatibile.
Grazie.

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7711
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: problemi di funzionamento dopo aggiornamenti

Messaggio da TheSaint » 6 febbraio 2018, 8:44

Genfstab è uno script in perl. Che controlla l' esistenza di partizioni di sistema e le scrive dove vuoi che te le scriva.
Ovvero se non aggiunge la redirezione dell' output the lo scrive a video.
La redirezione e dato dal simbolo > ed il percorso dove lo vuoi mandare. C'è una variante >> che invece significa accodare al file (se esiste).
Per tanto se hai avuto una /etc/fstab ed esegui il comando

Codice: Seleziona tutto

genfstab >>/etc/fstab
se esiste viene accodato una nuova sentenza del programma. Se invece facessi

Codice: Seleziona tutto

genfstab >/etc/fstab
questa viene sovrascritta.
Come pure se facessi

Codice: Seleziona tutto

genfstab >>/tmp/fstont
Immaginati dova va a finire ?
F the saint
12 anni da questo forum ;)

Rispondi