Problema con Excel

Tutto ciò che altrimenti sarebbe OT
Rispondi
Aegidius
Arciere
Messaggi: 241
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:13
Località: Trento

Problema con Excel

Messaggio da Aegidius » 30 luglio 2013, 0:12

Ciao a tutti :)

Ho questo problema con un esercizio che sto provando a risolvere con Excel.

Cerco l'intersezione tra la retta y=Mrd (costante in F11) e la funzione
polinomiale di 4°grado che mi plotta Excel e di cui ho la formula in F15.

Con "ricerca obiettivo" trovo un valore (in F9), ascissa dell'intersezione,
che non si colloca nel range dei mie dati.

Ho caricato il file qui.

Qualcuno sa aiutarmi?

Grazie :)

Egidio

Avatar utente
TheSaint
Robin Hood
Messaggi: 7957
Iscritto il: 8 settembre 2007, 7:43
Architettura: x86_64 (64bit)
Località: davanti al computer

Re: Problema con Excel

Messaggio da TheSaint » 30 luglio 2013, 13:59

Ma Excel non esiste per linux. Come pensi sia da farsi?
Ci vuole un foglio elettronico? O altro tipo di programmazione?
Io lo sto vedendo con LibreOffice, ma non credo che son in grado di capire cosa vuoi fare.
F the saint 13 anni da questo forum ;)
Gli uomini consumano il pianeta, almeno due di queste cose si possono ridurre.

Aegidius
Arciere
Messaggi: 241
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:13
Località: Trento

Re: Problema con Excel

Messaggio da Aegidius » 30 luglio 2013, 16:10

Se fosse possibile anche con LO tanto meglio :)

Asa
Arciere Provetto
Messaggi: 456
Iscritto il: 3 giugno 2009, 14:53
Località: Milano
Contatta:

Re: Problema con Excel

Messaggio da Asa » 30 luglio 2013, 16:54

se ho capito la richiesta puoi fare così:

Una colonna per i valori di x (p.e. da 0 a 100 spaziati di 0.01)
due colonne per i valori delle due funzioni
Una colonna con la differenza tra i valori delle due funzioni

Se i dati fossero continui basterebbe prendere i punti la cui differenza è uguale a 0. Ma poichè lavoriamo con set di dati discreti può anche non esserci la x esatta in cui la differenza è zero. Mi immagino quindi due soluzioni possibili, entrambe con difetti:

1) individuare come intersezioni i punti in cui la differenza ha valore assoluto < 0.000...1 dove il numero di zeri va scelto con cura per evitare falsi positivi, ovviamente questa arbitrarietà è il punto debole del metodo

2) individuare come intersezioni i punti in cui la differenza tra le due funzioni cambia di segno, basta fare un controllo IF DIFF_N*DIFF_N+1 < 0 => tra la ascissa N e quella N+1 c'è l'intersezione. Questo metodo non va bene se si vogliono contare anche i punti di tangenza.

Spero sia comprensibile

Rispondi